sabato 20 aprile 2013

Aggrapparsi alla vita



Aggrapparsi alla vita




Un fotografo che stava realizzando un servizio video di un intervento chirurgico eseguito all’interno di un utero materno – per correggere un problema di spina bifida -  in un feto di appena 21 settimane (un’autentica prodezza medica), mai avrebbe immaginato che la sua macchina potesse catturare il più eloquente grido in favore della vita fino ad ora conosciuto.

Mentre Paul Harris realizzava il servizio nell’Università  di Vanderbilt (Nashville Tennessee) da tutti riconosciuta come una delle strutture più avanzate nell’esecuzione di questo tipo di chirurgia, catturò il momento in cui il bimbo trasse la piccola mano dall’interno dell’utero materno afferrando il dito del chirurgo che lo stava operando.

La spettacolare foto fu pubblicata in varie riviste negli USA e le sue ripercussioni fecero il giro del mondo sino ad arrivare in Irlanda, dove è più forte lo schieramento contrario alla legalizzazione dell’aborto.

La piccola mano che commosse il mondo appartiene a  Samuel Alexander, la cui nascita era attesa per lo scorso 28 Dicembre (il giorno della foto era a soli 5 mesi di gestazione).

Se pensiamo a ciò la foto è più che eloquente. La vita del bimbo era letteralmente appesa ad un filo.

I chirurghi sapevano che non avrebbero mai potuto mantenerlo in vita al di fuori dell’utero materno. Per questo dovevano riuscire ad operarlo “dentro”, correggendo l’anomalia fetale e risuturando poi l’organo perché il bimbo potesse proseguire la sua crescita fisiologica.

Per tutti questi motivi, l’immagine fu considerata come una delle fotografie mediche più importante degli ultimi tempi ed il documento uno degli interventi più straordinari sino ad ora eseguiti nel mondo.

Samuel è il paziente più giovane che mai sia stato sottoposto a questo tipo di procedura. E’ auspicabile che, ora nato, Samuel Alexander Arms stringa nuovamente il dito della mano del Dr. Bruner.

Una famosa presentatrice della televisione americana disse che era impossibile non commuoversi guardando l’immagine meravigliosa di questa piccola mano che stringe il dito di un chirurgo e che, per analogia, ciò fa pensare a come una mano sia in grado di salvare delle vite.




Nessun commento:

Posta un commento