sabato 1 giugno 2013

Il ladro Giuseppe



Il ladro Giuseppe

C’era una volta un ladro
così buono che tutti i bambini lo ammiravano.
Era un ladro affabulatore
che inventava cose inesistenti
A cui i bambini credevano.
Come i poeti che raccontano
cose inesistenti agli altri
per far credere che la vita sia
migliore di quella che è,
e di fatto tutto è migliore
di quello che sembra
basta saperlo sognare.
Perché il ladro rubava,
rubava la verità e la colorava di fresco 
e usava dei pennarelli adatti ai bambini,
così alle volte debbo dire che Milano, 
grande com’è
non merita i propri bambini-poeti che aspettano,
come dissi per tanto tempo,
un pifferaio che li accompagni lontano,
verso la felicità.

(Alda Merini)




Nessun commento:

Posta un commento